Consigli letterari per l’estate

In questi mesi ho letto molti libri belli, ma mi è mancato il tempo per riuscire a parlarne qui.
Visto che meritano davvero, ho deciso di scrivere quest’articolo per consigliarvi un po’ di letture per le vacanze estive.

LETTERE TRA DUE MARI, di Siri Ranva Hjelm Jacobsen

consigli letterari per l'estate 1

È un libricino piccolo ma assai intenso, che mi ha conquistato da subito. Scritto come romanzo epistolare tra Atlantica e Mediterranea (perché i mari sono entità femminili), che incarnano il vecchio e il nuovo, due maniere diverse di guardare al futuro: con speranza (la prima) e con crescente preoccupazione (la seconda). In modo molto poetico si parla, tra le altre cose, di migranti, cambio climatico e del mito di Icaro.

2. L’EDUCAZIONE, di Tara Westover

Un libro che mi ha scosso molto, in cui l’autrice racconta cosa significa crescere in una famiglia mormona radicale, tra assurdi divieti e credenze ancor più strambe, l’obbligo di lavorare in una discarica all’età di dieci anni e il divieto di andare a scuola.
L’accesso ad una istruzione formale comporta qui non solo un arricchimento personale ma diventa un vero e proprio punto di non ritorno che segna la rottura con un intero sistema di valori, quello impartitole dalla sua famiglia. È un libro scioccante, con molta violenza (tanto fisica quanto psicologica), che però spiega molto bene quali sono i limiti dell’ignoranza e quanto è pericolosa, e come sia difficile abbracciare il modo reale dopo che per anni hai subito un lavaggio del cervello a 360 gradi.

3. X, di Valentina Mira

consigli letterari per l'estate 3

Un libro importante, necessario, che tutti gli uomini (ma anche qualche donna) dovrebbero leggere, in cui l’autrice racconta di uno stupro subito da adolescente e mai denunciato. Diretto, crudo, dice le cose come stanno e fornisce ottime risposte a coloro che in questi casi non prendono mai le parti della vittima bensí giustificano l’aggressore. Da leggere tutto d’un fiato.

4. KLARA E IL SOLE, di Kazuo Ishiguro

consigli letterari per l'estate 4

Un bel po’ di anni dopo Non lasciarmi, Ishiguro torna con un nuovo romanzo di fantascienza a sfondo etico, e ancora una volta descrive un futuro in cui non resta più molto spazio per i sentimenti. Ancora una volta, alla fine del libro, ci si sente completamente disarmati.

5. LA SCIMMIA DELL’ASSASSINO, di Jakob Wegelius

La scimmia dell'assassino

E infine vorrei consigliare un meraviglioso libro per ragazzi (ma non solo!).
Vincitore, tra gli altri, del premio Andersen 2021, La scimmia dell’assassino racconta le peripezie di Sally Jones, gorilla dotata di una spiccata intelligenza e di eccellenti capacità manuali, e con un cuore grande grande.
Un classico romanzo d’avventura, degno del miglior Jules Verne.

E voi, avete già letto questi libri? Se sì, cosa ne pensate?

E se nessuno di questi consigli vi convince, provate a dare un’occhiata ai migliori libri degli anni scorsi:
– Bilancio letterario 2020
– Bilancio letterario 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.